Montserrat Caballé conclude Taormina Arte 2007

Un’altra stella sul palcoscenico di Taormina Arte, per un’altra magica serata, mentre è ancora vivo il ricordo degli spettacoli che hanno decretato il successo del cartellone: da Lorin Maazel, che ha diretto la Symphonica Toscanini nel concerto d’apertura, al trionfo della Medea, con la regia dello stesso Castiglione, fino ad arrivare all’addio alle scene della grande Alessandra Ferri, solo per citarne alcuni.
Nell’olimpo della lirica ormai da oltre cinquant'anni anni, Montserrat Caballè, in ogni sua apparizione, non smette di stupire e di incantare il pubblico che continua a seguirla numeroso nelle esibizioni che la vedono impegnata nei più importanti teatri del mondo.
Maestra di “bel canto”, la sua voce dolcissima e sapiente di soprano è universalmente ammirata per la purezza, il controllo dell’emissione, la potenza e la duttilità. Il suo talento, fuori dal comune, le ha consentito di interpretare i ruoli più difficili del panorama operistico, spingendosi anche verso altri generi musicali.
Per il concerto di Taormina, il soprano spagnolo canterà alcune delle arie che l’hanno resa celebre, tratte da opere di Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti, Giacomo Puccini.
Ad accompagnare la cantante, in questo appuntamento taorminese, la figlia, Montserrat Martì, anche lei soprano di talento, che il pubblico del Teatro Antico ha avuto modo di apprezzare in Medea, con la regia di Enrico Castiglione, in cui vestiva i panni della dolce Glauce, e i tenori Nikolai Baskov e Alejandro Guerrero.
Baskov è uno degli artisti più popolari in Russia, re del mondo pop e cross-over. I diversi lavori discografici gli hanno fatto vincere il disco di platino. Con Montserrat Caballè ha cantato già diverse volte: il soprano lo ha notato durante alcune Lezioni magistrali a cui il cantante russo aveva partecipato.
Alejandro Guerrero, anche lui allievo della Caballè, ha iniziato gli studi al Conservatorio di Perpignan, completando, in seguito, la sua preparazione al prestigioso Conservatorio del Liceu di Barcellona. A dirigere l’Orchestra Sinfonica del Mediterraneo, sarà Josè Collado, direttore operistico dei più importanti festival e teatri d’opera nel mondo, come il Metropolitan Opera, la Carnegie Hall di New York, la Scala di Milano, l’Arena di Verona e il Regio di Torino.

Il programma della serata

I PARTE

V. Bellini, “Angiol di Pace” - M.Caballè e M. Martì
G. Donizetti, Roberto Devereux: “Ed ancor la tremenda porta” - N. Baskov
L’Elisir d’amore: “ Una parola…” - M. Martì e A. Guerrero
S. Mercadante, Le due illustri rivali: “Dove sono” - M. Caballè
G. Donizetti, L'elisir d’amore:”Una furtiva lacrima” - A. Guerrero
Ch. Gounod, Romeo et Juliette:”Je veux vivre” - M. Martì
“Repentir” - M. Caballè
J. Massenet, Werther: “Pourquoi me reveiller?” - N. Baskov
Manon "Il sogno di Manon" - A. Guerrero
L. Delibes, Lakme: “Viens Malia, Dome epais le jasmin” - M. Caballè e M. Martì

II PARTE

F. Cilea, L'Arlesiana: "Il lamento di Federico" - A. Guerrero
G. Puccini, Gianni Schicchi: “O mio babbino caro” - M. Martì
Tosca: “E lucevan le stelle” - N. Baskov
J. Gimènez, La Tempranica: "La Tarantura" - M. Caballè
R. Leoncavallo, “Declaration” - M. Caballè
L. Bernstein, West Side Story: “Tonight…” - M. Martì e A. Guerrero
J. Giménez, La Boda de Luis Alonso: “Intermedio” -Orchestra
P. Sorozabal, La Tabernera del Puerto: “No puede ser” - N. Baskov
P. Sorozabal, La del manojo de rosas: “ No corté màs que una rosa” - M. Caballè
F. Caballero, El cabo primero: “Yo quiero a un hombre” - M. Martì
F.M. Torroba, Luisa Fernanda: “Subir, subir” - M. Caballè e A. Guerrero
M. Penella, El gato montés: "!Si! Torero quiero ser!" - M. Martì e N. Baskov
S. Mercadante Pelayo: "Plegaria" - M. Caballè