Taormina Arte musica teatro danza

SPETTACOLI PALAZZO DUCHI SANTO STEFANO

Si parte il 9 e 10 agosto con tre opere da camera, “Monodrammi in musica”, un ideale contenitore di produzioni d’autore. L’uomo dal passamontagna, di Fabrizio Catalano, è tratto da un racconto di Leonardo Sciascia, con musica di Giovanni D’Aquila. A seguire “Averroè” di Daniele Martino (musica di Marco Betta), e poi “Le carte salvate” di Albino Taggeo, da un’opera di Rosanna Festa, con l’accompagnamento dell’Ensemble Strumentale e Vocale Symphonia Laus. Il tutto sotto la “bacchetta” del maestro Michele Amoroso, pianista, compositore e direttore d’orchestra, formatosi al fianco di musicisti di grande spessore quali Vincenzo Vitale, Aldo Ciccolini, Antonio Scarlato e Nicola Samale. L’11 agosto in scena, a cura di Renato Giordano, “Decamerone in Sicilia”, letture e musica dal vivo con Beppe Barra e la musica originale del gruppo world di origine palermitana Nuklearte. Molte delle novelle sono ambientate in terra isolana ma questo interessante aspetto del capolavoro letterario del nostro trecento sin qui non è mai stato messo in evidenza: l’occasione sarà propizia per farlo. In scena per Taormina Arte un’immagine incredibilmente suggestiva ed affascinante della Sicilia e dei suoi abitanti.
Il 14 agosto, ed in replica il giorno 16 e con un programma diverso il 19 e in replica il 20, toccherà quindi a “Musica in bianco e nero”. Giovanni Rienzo al pianoforte. Film muti con accompagnamento sonoro dal vivo caratterizzeranno la proposizione di pellicole appartenenti alla grande stagione del cinema muto americano ed europeo in un viaggio senza tempo che prende avvio dai primi racconti dei Fratelli Lumière. Progetto Molo Nord, in agenda il 22 agosto, sarà un altro grande racconto di storia sulla rotta Sicilia – Buenos Aires, Pagine di emigrazione siciliana in Argentina narrate dal video di Sandro Dieli e le musiche dei “Sun”. Le vie del ricordo e lo sguardo dei superstiti emblemi di un testamento destinato alle nuove generazioni. Protagonisti di questo progetto in cartellone per TaoArte, da ricordare, Roberto Alaimo (libro) ed Ernesto Bazar (mostra). Il 23 agosto, infine, alle 21:30 al Palazzo dei Duchi di S. Stefano “I pazzi di Palermo” reading di Roberto Alajmo e intermezzi musicali di Marcello Alajmo. Uscito nel 1994 e oggi aggiornato nella veste e nel contenuto, il Nuovo repertorio dei pazzi della città di Palermo, contiene in un testo davvero unico nel proprio genere un elenco quanto mai ricco di matti palermitani ritratti alla luce della loro comune follia: nobili, semplici cittadini, eccentrici, estroversi, magistrati, artisti, gente del popolo, stravaganti, tutti accomunati dall’uso preponderante di quella “corda pazza” che Pirandello riteneva costitutiva e caratterizzante nell’agire dei siciliani.


TaorminaArte® è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati. Taormina Arte - Corso Umberto 19 - 98039 Taormina (Me)
Tel. +39 0942 21142 - Fax +39 0942 23348 Email: info@taormina-arte.com - PI 01247610833
Sito ospitato e realizzato da Taonet S.r.l.