Taormina Arte musica teatro danza

GIORGIO ARMANI PATROCINA IL TOUR
"MUSICA PER IL CINEMA"

Una serata particolarmente suggestiva e ricca di emozioni. Gli “ingredienti” per uno spettacolo indimenticabile ci sono stati tutti: le straordinarie musiche di colui che appena un mese fa, nel corso del festival di Cinema di Taormina, Louis Bacalov ha definito il più grande compositore per il cinema d’Europa; l’esecuzione di una delle orchestre più affermate nel panorama internazionale; le voci del prestigioso Coro Filarmonico e della soprano Susanna Rigacci; lo splendido scenario del Teatro Antico.
Un’esperienza straordinaria anche per lo stesso Morricone, che non ha mai diretto la Filarmonica della Scala e la sua bacchetta ha dettato i tempi dei duecento elementi, tra strumentali e coristi, che hanno occupato la cavea del teatro.
Il programma ha previsto tutti i brani più celebri del vasto repertorio (oltre 400 colonne sonore realizzate in 45 anni di carriera) di Ennio Morricone, da quelle dei western di Sergio Leone, che lo portarono alla ribalta mondiale, alle musiche di “Mission”, tuttora forse le più amate, ai romantici temi di “Nuovo Cinema Paradiso”. Tra le esecuzioni inedite, invece, hanno figurato quelle tratte da “Novecento” e i “I promessi sposi”.
“Musica per il Cinema”, ha esordito il 24 luglio all’Arena di Verona.
Quella di Taormina è stata la seconda data di un tour mondiale.
Ennio Morricone è tornato al Teatro Antico dopo quattro anni. Nel 2002 inaugurò il Festival del Cinema, dirigendo l’Orchestra Roma Sinfonietta che eseguì, anche in quell’occasione, le musiche composte dal maestro per il cinema.
Quella del compositore romano è una carriera lunga e caratterizzata da lusinghieri successi. Ha collaborato con i più grandi registi: Sergio Leone, Pier Paolo Pasolini, Gillo Pontecorvo, Elio Petri, Giuseppe Patroni Griffi, i fratelli Taviani, Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore, Bernardo Bertolucci, Brian De Palma, e l’elenco potrebbe continuare. Numerosi anche i premi ricevuti, tra cui il Leone d’Oro alla carriera nel 1995, sette Nastri d’Argento, sei David di Donatello, cinque Bafta, due Golden Globe, due Grammy Award. L’unico riconoscimento che gli manca, ma il maestro afferma di non ritenerlo “così importante”, è l’Oscar, nonostante le cinque nomination ottenute in carriera.
Anche quello della Filarmonica della Scala è un ritorno. A distanza di pochi mesi, l’orchestra (fondata nel 1982 da Claudio Abbado) è stata di nuovo protagonista a Taormina. E’ ancora vivo il ricordo dello splendido concerto dello scorso ottobre per la prima edizione del “Sinopoli Festival” con la direzione di Daniele Gatti, mentre nel 2002, in occasione del ventennale di “Taormina Arte” sempre nella Perla dello Ionio, a dirigere la Filarmonica c’era Riccardo Muti.
Questo il programma completo del concerto:

FOGLI SPARSI
H2 S
IL CLAN DEI SICILIANI
METTI UNA SERA A CENA
UNO CHE GRIDA AMORE
COME MADDALENA
HERE’S TO YOU
TRE ADAGI
C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA
VATEL
I PROMESSI SPOSI
NOVECENTO
NUOVO CINEMA PARADISO
MALENA
LA MODERNITA’ NEL CINEMA DI SERGIO LEONE
IL BUONO, IL BRUTTO IL CATTIVO (titoli)
C’ERA UNA VOLTA IL WEST
GIU’ LA TESTA
IL BUONO, IL BRUTTO E IL CATTIVO (L’estasi dell’oro)
CINEMA DELL’IMPEGNO
VITTIME DI GUERRA
QUEMADA (Aboliçao)
MISSION (Gabriel’s oboe, On Earth As It Is in Heavan)



TaorminaArte® è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati. Taormina Arte - Corso Umberto 19 - 98039 Taormina (Me)
Tel. +39 0942 21142 - Fax +39 0942 23348 Email: info@taormina-arte.com - PI 01247610833
Sito ospitato e realizzato da Taonet S.r.l.