TEATRO DI STRADA
IL 19, IL 29 E IL 31 LUGLIO


Nel realizzare questo “teatro di strada” il Festival di Taormina discopre e propone, per la prima volta in assoluto, il ruolo che la Sicilia ebbe agli albori della Commedia dell’Arte con la maschera di Cataldo, attore di strada, al secolo Vincenzo Belando, che partendo da Palermo, dopo soggiorni a Napoli, Roma, Milano e Avignone, arrivò a Parigi nel 1973, dove partecipò, pur sprovvisto di studi, alla disputa sul rinnovamento del teatro, anticipando persino Moliere. Si deve a lui la divisione degli spettacoli in tre atti, rispetto ai cinque di prima. Pur essendo miglior attore che autore, di lui rimangono larghe parti della commedia “Gli amorosi inganni” (atti e memorie dell’Accademia di scienze, lettere ed arti di Padova), che fu rappresentata a Parigi nel 1603 e nel 1609.
Affidato a Gianni Scuto “Tra cunti e canti”, partendo proprio dalla maschera di Cataldo attraversa il cammino del suggestivo “teatro di strada” in Sicilia, fra prosa, poesia e canzoni, nel quale eccelsero Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Con Scuto in scena Nellina Laganà e il cantastorie Nonò Salomone.



 
HOME PAGE
PROGRAMMA
GALLERY
SERVIZI
BIGLIETTERIA
ARCHIVIO
RASSEGNA STAMPA
NEWSLETTER
LINK

 

| HOME PAGE | PROGRAMMA | GALLERY | SERVIZI | BIGLIETTERIA | ARCHIVIO | RASSEGNA STAMPA | NEWSLETTER | TAORMINA BNL FILMFEST |