testa_cinema.JPG (9987 byte)


Direttore artistico
Felice Laudadio

2 - 9  luglio 2000


email.GIF (1906 byte)

TaorminaFilmFest 2000
Italian Day

2 luglio

NELLA TERRA DI NESSUNO

Reg./Dir.: Gianfranco Giagni
Scen./Script: Graziano Diana
Gianfranco Giagni
Fot./Phot.: Felice De Maria
Mont./Ed.: Bruno Sarandrea
Mus.: Pivio & De Scalzi
Scg./Prod. Des.: Alfonso Rastelli
Int./Cast.:
Ben Gazzarra (L’Avvocato Scalzi)
Maya Sansa (Katia)
Massimo Bellinzoni (Federico Giordani)
Roberto Zibetti (Talieri)
Gabriele Bocciarelli (Linneo)
Gianfelice Imparato (Cavraglia)
Carlo Alighiero (Professor Giordani)
Prod.: Andrea de Liberato
Antonio Fusco
Orig.:
Italy/Italia 2000
85’ / v.o. italiano / 35mm

giagni.jpg (14724 byte)

L’avvocato Scalzi viene chiamato nel carcere di massima sicurezza sull’isola di Cancelli dove si trova uno degli ultimi capi terroristi: Talieri. E’ lui l’uomo che sa dove si trova la videocassetta e vuole che Scalzi la recuperi e la consegni al suo avvocato. Federico Giordani, detenuto politico di cui Scalzi è stato difensore e compagno di cella di Talieri, consegna all’avvocato la chiave di una cassetta di sicurezza dove è nascosta la videocassetta. Scalzi esce dal carcere insieme a Katia, la sorella di un pluriomicida. Non possono tornare sulla terraferma perché non c’è nessun mezzo disposto a portarli indietro. Intanto nel carcere scoppia una rivolta. Il fratello di Katia viene ucciso mentre Federico convince Talieri a non unirsi ai rivoltosi. I rivoltosi chiedono un mediatore e il direttore del carcere chiede a Scalzi di intervenire. Ma Scalzi è sconosciuto ai rivoltosi e l’unico che può riconoscerlo è Federico. Non appena l’uomo lascia la cella Talieri, viene ucciso Federico. Scalzi recupera la videocassetta ma non contiene le immagini del politico rapito. Un altro dei tanti misteri italiani rimarrà tale.

Gianfranco Giagni è nato a Roma. E’ stato aiuto regista di Mauro Bolognini e di Alberto Negrin. Ha iniziato realizzando i primi videoclip per alcuni cantanti italiani (Vasco Rossi, Loredana Bertè, Matia Bazar, Ron) e stranieri (Miguel Bosè, Madness). Ha curato la regia di programmi e serie televisive. Ha girato due cortometraggi: un noir ambientato a Roma, Giallo e Nero, ed un altro a Marsiglia Faits Divers, nel quale ha avuto come interpreti rapinatori, prostitute, avvocati di mafia nel ruolo di se stessi. Ha realizzato un documentario sulla vita di Orson Welles in Italia, Rosabella: la storia italiana di Orson Welles, presentato al Festival di Venezia nel 1995, ed un documentario su Luca Ronconi, Luca Ronconi prova Cocktail Party. Sempre con Luca Ronconi ha curato la regia televisiva dell’Orfeo di Claudio Monteverdi con la regia teatrale di Luca Ronconi. Nella terra di nessuno è il suo secondo lungometraggio.


Born in Rome, Gianfranco Giagni began by working as assistant director to Mauro Bolognini and Alberto Negrin.He then went on to direct videos for both Italian musicians (Vasco Rossi, Loredana Bertè, Matia Bazar, Ron) and foreign artists (Miguel Bosè, Madness). Giagni then directed two short movies; one, Giallo e Nero, shot in Rome and Faits Divers, set in Marseille, starring actual robbers, prostitutes, and mafia lawyers. Rosabella; la storia italiana di Orson Welles, a documentary on Orson Welles life in Italy, was presented at the 1995 Venice Film Festival. Giagni is also the director of a documentary about Luca Ronconi, Luca Ronconi prova Cocktail Party. He again collaborated with Ronconi on the television version of Claudio Monteverdi’s Orfeo. Nella Terra di Nessuno is his second feature film.

terra.jpg (45203 byte)

A politician is kidnapped and dies of a heart attack after confessing to a terrorist the truth regarding the shady deals made between building contractors and politicians, in exchange for contracts. He who carried out the interrogation is the only one to know the whereabouts of the videotape containing the man’s shocking declarations. Lawyer Scalzi is summoned to the maximum security prison on the island of Cancelli, where one of the last existing terrorist leaders, Talieri, is being held. Talieri is the one who knows where the tape is, and asks Scalzi to retrieve it and hand it over to his lawyer. Federico Giordani, political prisoner previously represented by Scalzi, and Talier’s cellmate, gives the lawyer the key to the security box which contains the videotape. Scalzi leaves the prison with Katia, the sister of a serial killer, but no one is available to take them back to the mainland. In the meantime, a revolt explodes in the prison, and Katia’s brother is killed. Federico convinces Talieri to stay away from the rebellion. The rebels demand a mediator and the warden asks Scalzi to intervene. Scalzi though is unknown to the rebels, the only one able to recognise him is Federico. As soon as Federico leaves his cell Talieri is murdered. Scalzi recovers the tape but in it finds that it contains no information regarding the above mentioned politician. Yet another Italian mystery which remains unsolved.

 

back.jpg (4935 byte)